Bestads.it

Direct Marketing e Brand Marketing. Qual’è il migliore per la tua attività.

bestads.it direct marketing e brand marketing

Qual’è il problema di fondo dei nostri business

Se siamo soddisfatti dei risultati raggiunti e dei conti economici frutto delle nostre attività allora conviene lasciare le nostre strategie di marketing sostanzialmente invariate. Se le cose vanno bene così come sono, perché cambiarle?

Se invece rientriamo nella stragrande maggioranza delle persone che non sono soddisfatte dei risultati economici della propria attività commerciale, dei risultati che ottengono con l’advertising online o della penetrazione di mercato del loro business, allora dobbiamo cercare di individuare quelli che sono gli errori comuni che appunto questo gran numero di imprenditori compie (oltre il 90%? Direi che ci siamo , si…).

Il problema di fondo alla base dei nostri business è che parole come marketing, brand, logo, strategie, obiettivi e tattiche ci sono totalmente ignari o probabilmente non gli attribuiamo il giusto significato.

Per molti addetti ai lavori l’obiettivo dei un ecommerce è vendere o nel caso di un’azienda di consulenza generare leads, tutto il resto non conta. Non stupisce che purtroppo i risultati non siano soddisfacenti.

Per riuscire a penetrare nella mente dei nostri clienti dobbiamo creare in loro una tensione emotiva, metterli in condizione di identificarci come l’alternativa migliore per rispondere ad una loro necessità (nel caso in cui la conoscano).

Direct Marketing e Brand Marketing

Pronti (contattare una Web Agency o un consulente Marketing)

Partenza (messa online o apertura)

Via (iniziamo con la pubblicità).

Quante responsabilità attribuiamo alla pubblicità?

Probabilmente potremmo pensare che da essa dipendano le sorti della nostra attività e magari è anche così, ma dobbiamo prima dobbiamo capire che tipo di marketing stiamo facendo? Marketing Diretto o Marketing di Brand?

Quando facciamo pubblicare un’inserzione da una testata locale, creiamo un annuncio su Google, un Post su Facebook o distribuiamo i volantini, sappiamo qual’è il nostro obiettivo?

Che tipo di risultato vogliamo ottenere, veder magicamente aumentare il numero di persone che affollano il nostro negozio o che visitano il nostro sito web?

Cos’é il Direct Marketing

Il Direct Marketing (o marketing diretto) è il marketing dell’azione. L’esempio classico di questo tipo di Marketing sono gli annunci pubblicitari creati con Google Ads o i post sponsorizzati di Facebook Ads.

La caratteristica principale è la misurabilità dei risultati ottenuti a seguito delle attività pubblicitarie.

Molti di questi strumenti ci mettono a disposizione delle dashboard (tabelle popolate di dati che riassumono e descrivono gli effetti delle nostre attività promozionali).

Cii aiutano (o a volte ci portano fuori) a capire se abbiamo avuto o meno successo.

Quando decidiamo di iniziare una campagna di questo tipo dobbiamo avere ben chiaro in mente che non dobbiamo perseguire con questa un aumento della notorietà del nostro brand.

Il fatto che in base a come ci interfacceremo con il cliente metteremo in atto ANCHE attività di Brand Marketing non significa che questo sia implicito in questo tipo di attività.

Per avere successo e creare un business profittevole dobbiamo strutturare un sistema di vendita definito, nel quale ogni elemento deve essere studiato concretamente e strutturato per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Cos’é il Brand Marketing

Se volessi rappresentare il marketing come un iceberg, il Direct Marketing rappresenterebbe la parte visibile, mentre il Brand Marketing sarebbe quella nascosta.

Quasi tutte le attività commerciali e non rivolte verso l’esterno rientrano in questo tipo di Marketing.

Da come gli operatori dell’assistenza rispondono al telefono, come gestiamo eventuali reclami post vendita, la cartellonistica pubblicitaria ai bordi della strada, la pubblicità in TV (offline) o le attività di digital PR (online).

Tutte queste attività contribuiscono attivamente a diffondere la cultura ed i valori dichiarati ed effettivi del nostro Brand.

IL BRAND MARKETING NON É MISURABILE

Esatto, proprio così. Non c’è modo o perlomeno non così accurato per creare una relazione fra investimenti pubblicitari sostenuti e ricavi conseguiti.

Il Brand Marketing richiede pazienza e costanza, se non siamo in grado di poter dedicare alle nostre attività promozionali questo tipo di caratteristiche non è il tipo di Marketing che fa per noi.

Il Brand Marketing è il Marketing della Cultura, attraverso esso diffondiamo i nostri valori alle persone che fanno parte del nostro sistema sociale (NON TUTTE LE PERSONE – É INVEROSIMILE PENSARE CHE TUTTI CONDIVIDANO I NOSTRI STESSI VALORI).

Quando fai pubblicità sai che tipo di marketing stai mettendo praticando e quali risultati vuoi ottenere?

Probabilmente a seguito di attività di marketing diretto diffondiamo in parte il nostro sistema valoriale ed altresì da attività di Brand Marketing conseguiamo vendite dirette a seguito dello spot TV, ma questo non ci deve portare a fare ragionamenti sbagliati.

Ogni attività deve essere collocata all’interno di un sistema di:

Mission > Strategia > Tattica

Ogni elemento che compone il nostro sistema di vendita deve essere chiaro ed identificabile, così come i suoi effetti.

Smettiamo di commettere errori che ci fanno perdere tempo e disperdere il nostro budget, quando facciamo qualcosa facciamoci sempre le domande giuste. A chi sto Parlando? Cosa voglio ottenere? Che risultati spero di raggiungere?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cosa ne pensi di questo articolo? Hai delle domande?

Lascia un commento

Aiuta Chi conosci. Se condividi questo articolo ti ringrazieranno.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn