Marketing per PMI

Pubblicità Online: Quali strumenti utilizzare?

La Pubblicità è un megafono. Devi avere qualcosa da dire

Quando si sente parlare di pubblicità online non tutti si fanno trovare preparati.

Molti imprenditori non conoscono gli strumenti da utilizzare per pubblicizzare la propria attività online. Anche solo il tema del sito web deve essere affrontato delicatamente.

Cercando online si trovano molte fonti, che spesso dicono cose differenti ed in conflitto fra loro. Se hai fatto ricerche online per capire come pubblicizzare la tua attività online probabilmente hai capito di cosa sto parlando.

La prima cosa che mi sento di dirti è che i principali strumenti online per fare pubblicità al tuo sito web sono GRATUITI.

Per strumenti principali intendo:

Google ADS (ex Google Adwords)
Microsoft Advertising
Facebook Business Manager

Prima di entrare in merito a queste piattaforme, che anche se non sono le uniche, permettono a micro, piccole e medie imprese di potenziare la propria presenza online e far conoscere la propria attività, devo fare una precisazione riguardo ai contenuti da pubblicizzare.

La Pubblicità è un megafono. Devi avere qualcosa da dire

La pubblicità è una delle componenti del marketing, nella tradizione le altre 3 sono: prezzo, prodotto, distribuzione (poi se ne sono aggiunte altre nel tempo ma questa visione mi sembra sempre la più corretta).

A meno che la tua attività non sia incentrata solo sul personal branding, allora in tal caso parlare di te stesso è già più che sufficiente, per far si che la tua pubblicità raggiunga un ritorno su l’investimento positivo, allora è essenziale che il tuo prodotto o servizio diano valore sul mercato.

Curare la comunicazione, di cui la pubblicità fa parte, deve essere considerato un passaggio successivo, prima dobbiamo concentrarsi su cosa diamo al mercato, poi pensiamo a come comunicarlo correttamente.

Dove fare pubblicità

Tornando in un momento successivo su come strutturare un prodotto o un servizio adeguato a rispondere alle esigenze di mercato, esaminiamo i tre strumenti che abbiamo individuato prima.

Google ADS è la piattaforma online che consente agli inserzionisti (chi fa pubblicità) di pubblicare i propri annunci nel motore di ricerca di Google ed in altri posizionamenti gestiti dalla piattaforma.

Per posizionamento intendo tutti i contenuti multimediali in grado di pubblicare annunci. Per esempio anche in Youtube vengono pubblicati annunci di inserzionisti che li creano per l’appunto con Google ADS.

Se navighi online sicuramente avrai visto che molti siti di informazione (o anche blog) pubblicano annunci di altri siti web. Anche in questo caso potrebbe trattarsi di un annuncio pubblicato tramite Google ADS.

Si tratta quindi di una piattaforma completa ed in continua evoluzione, che permette a tutte le aziende di potersi pubblicizzare online e modulare il proprio budget pubblicitario in funzione degli obiettivi che intende raggiungere.

Microsoft Advertising è simile come concetto a Google ADS ed i suoi annunci vengono pubblicati su altri motori di ricerca (Bing e Yahoo).

Molti inserzionisti non la prendono in considerazione per il ridotto numero di ricerche (rispetto a Google), ma andando in profondità nell’analisi dei dati di account pubblicitari e di strumenti di analisi del traffico, ho visto che in molti casi può valere la pena sfruttare anche questo strumento.

Business Manager di Facebook cambia invece completamente concezione rispetto ai due precedenti. Questo strumento viene utilizzato per pubblicare post su Facebook ed Instagram.

Offre una gamma di sponsorizzazioni maggiori rispetto alla semplice promozione della pagina ed è possibile anche sfruttare altre funzionalità come l’integrazione del catalogo per un ecommerce ed altro ancora.

Qual è il più corretto per la tua attività?

Per decidere come e dove fare pubblicità online devi prendere in considerazione elementi fondamentali della tua attività di impresa come ad esempio il tipo di servizio o prodotto che offri, il cliente tipo interessato e la modalità con cui si approccia agli strumenti digitali.

Anche la tipologia di sito che hai creato influenza molto la scelta dello strumento pubblicitario. Se ad esempio hai un ecommerce è necessario utilizzare degli strumenti specifici che per dei siti di presenza online, con i quali ad esempio presenti l’azienda ed i suoi valori, non sono necessari.

Una strategia di marketing completa prevede comunque la presenza di messaggi pubblicitari sia nei motori di ricerca che nei social. 


Diventa quindi essenziali comprendere il funzionamento, i costi e le opportunità legate al loro utilizzo.

Resta in contatto e ricevi aggiornamenti

Se ci vuoi Contattare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Se vuoi condividere con chi conosci

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on tumblr
Tumblr
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Share on reddit
Reddit
Torna su